L’Avis di Castelbuono ancora a fianco dello sport: nuovo gemellaggio con l’Asd Castelbuono Pedala

Avis-sport, un connubio che continua. Ancora una volta, infatti, la sezione dell’Avis di Castelbuono ha avviato dei rapporti di collaborazione con associazioni sportive del paese madonita. Dopo il gemellaggio con la squadra calcistica Supergiovane, che ha dato i suoi frutti avvicinando molti dirigenti e giocatori alla donazione del sangue, l’associazione di volontariato presieduta da Antonio Bonomo ha intrapreso un nuovo percorso con il sodalizio ciclistico Castelbuono Pedala.
Lo scopo è sempre lo stesso: la promozione del senso civico del dono di sangue tramite iniziative che favoriscono la pratica del volontariato. Niente di meglio che sollecitare il mondo dello sport, che condivide alla base i valori della solidarietà e della partecipazione.

L’Avis a sostegno dei campioni della Supergiovane

Lo avevamo detto e l’abbiamo fatto. Quando tre anni fa cominciò il rapporto di collaborazione tra la nostra sezione dell’Avis e la Supergiovane Castelbuono, pensavamo che fosse solo l’inizio di un percorso che avrebbe visto le due associazioni collaborare all’insegna della solidarietà e dello sport. E così è stato.
In questa stagione calcistica i “cinghiali” hanno vinto il campionato di Seconda Categoria, il primo della loro storia, un traguardo storico quindi, per cui l’Avis non ha mancato di dare il proprio sostegno per la vittoria finale.

Auguri campioni!

L’Avis di Castelbuono

Grande successo alla Festa del Donatore. Il presidente Bonomo: “Il nostro lavoro sta iniziando a dare buoni frutti”

E’ stato un grande successo la tradizionale Festa del Donatore, organizzata dalla sezione dell’Avis nell’area attrezzata di San Focà. I donatori di sangue di Castelbuono e le rispettive famiglie si sono riuniti la mattina del 9 luglio per trascorrere una giornata all’insegna della solidarietà, comunità, amicizia, condivisione, valore civico, dono gratuito di sè. Questi i valori che sono emersi nel corso della mattinata iniziata con una santa messa celebrata da padre Lorenzo Marzullo. Esprime soddisfazione il presidente Antonio Bonomo: “I donatori di sangue devono svolgere una duplice azione di servizio e di promozione. In questi anni ci siamo impegnati per avvicinare i giovani e siamo felici di vedere che il raccolto sta iniziando a dare buoni frutti. Sono molto contento che questa manifestazione si sia svolta nel migliore dei modi, perché dà il senso di quello che siamo, una grande famiglia”.

Omaggio dell’Avis di Castelbuono al maresciallo Mascellino

13 febbraio 2017 

L’Avis di Castelbuono, in occasione dell’encomio che è stato concesso dall’Amministrazione comunale al maresciallo Mario Mascellino nell’aula consiliare per i suoi nove anni trascorsi nella locale stazione dei carabinieri, ha omaggiato il sottufficiale dell’Arma con un piattino in ceramica e un sacchetto con le lenticchie di Norcia il cui acquisto è stato devoluto in favore dei terremotati del centro Italia. A rappresentare il Consiglio direttivo dell’associazione erano presenti il presidente Antonio Bonomo, il vice presidente Santino Castiglia, i consiglieri Vincenzo Marguglio e Giuseppe Spallino. Quest’ultimo, a nome della locale sezione, ha letto queste parole: “Porgo il mio saluto e ringraziamento da parte del Direttivo e di tutti i soci dell’Avis al maresciallo Mario Mascellino per l’impegno personale che in questi anni di permanenza a Castelbuono ha dimostrato verso l’associazione, donando il proprio sangue, portando solidarietà e speranza di vita nei confronti delle persone bisognose, in particolare agli ammalati e a chi soffre. Grazie Maresciallo e auguri di una brillante carriera”.

Avis: nel 2016 donazioni in crescita. Eletto il nuovo direttivo

01 febbraio 2017

Il 2016 è stato un anno che ha visto l’Avis di Castelbuono in crescita per il numero di donazioni. Un risultato che soddisfa il presidente Antonio Bonomo, il quale è stato confermato presidente e per i prossimi quattro anni sarà affiancato da un nuovo Consiglio direttivo, formato da Santino Castiglia (confermato vice presidente), Vincenzo Marguglio, Antonio Bonomo (classe 1951), Maria Chiara Castiglia (segretaria), Salvatore Di Maggio, Agostino Vignieri, Vincenzo Schicchi e Giuseppe Spallino. I nuovi revisori dei conti sono: Franco Fiasconaro, Antonello Fiasconaro (amministratore) e Maria Marguglio. “Il 2016 – afferma Bonomo – si è concluso con il consolidamento dell’importante crescita registrata negli ultimi anni. Nel corso dell’anno abbiamo svolto un’opera costante di sensibilizzazione alla cultura della donazione del sangue. I risultati sono stati positivi: i soci che hanno donato nel 2016 sono 211 su circa 300 donatori periodici e occasionali suddivisi in 147 uomini e 64 donne che hanno effettuato 307 donazioni, 13 in più rispetto all’anno scorso, oltre 23 donazioni effettuate presso la Simt (Centro Trasfusionale dell’Ospedale di Cefalù)”.

L’Avis di Castelbuono a sostegno della Supergiovane

15 maggio 2015

Anche l’Avis di Castelbuono “scende in campo” a sostegno della Supergiovane. La nostra Associazione non può che accogliere positivamente l’invito del presidente Peppe Genchi a sostenere la squadra in occasione della finale dei play off che potrebbe portare i cinghiali al salto di categoria. Tra le nostre realtà è iniziato un meraviglioso percorso di collaborazione per sensibilizzare i giovani e il mondo dello sport al “culto del dono”. Un rapporto che, speriamo, prosegua in Seconda Categoria!

Il Presidente
ANTONIO BONOMO

Avis e Supergiovane insieme all’insegna della solidarietà

07 febbraio 2015

Oggi è iniziato il rapporto di collaborazione tra la nostra sezione dell’Avis e la Supergiovane Castelbuono, squadra di calcio che milita nel giorone Palermo del campionato di Terza Categoria, dove per adesso occupa il secondo a posto in classifica a quattro lunghezze dalla capolista, ma con una partita da recuperare. Sono venuti nella sede di via Belvedere circa 20 “cinghiali” per fare la pre-donazione, dal presidente Peppe Genchi agli allenatori Mario Norata e Paolo Prestianni, dai giocatori ai dirigenti. Questo è solo l’inizio di un percorso che vedrà le due associazioni collaborare all’insegna della solidarietà.